loading...

mercoledì 16 dicembre 2009

Tornare ad amare dopo una delusione



In seguito ad una grande delusione d’amore, quando si è ormai persa la speranza di trovare l’anima gemella, ecco un nuovo colpo di fulmine. Dopo anni di singletudine, sentire il cuore che batte ancora forte per un’altra persona fa piacere, ma spaventa; tuttavia bisogna avere il coraggio di rischiare!




Difficile lasciarsi andare

Dopo un lungo periodo trascorso da soli, quando l’amore arriva all’improvviso, spesso rompe ogni equilibrio. È assolutamente naturale avere difficoltà a lasciarsi trasportare da un sentimento così forte, soprattutto quando non si è più abituati. I timori che possono frenare sono la conseguenza di fattori diversi ma, nella maggior parte dei casi, c’è un elemento comune: un meccanismo inconscio di difesa che spinge ad avere paura dell’amore, per difendersi dalla sofferenza. Molto spesso la solitudine è arrivata dopo una relazione burrascosa o un rapporto finito male; per questo si ha la paura di lasciarsi andare: per non rischiare si essere delusi un’altra volta.



La voglia di indipendenza

Un freno ad una nuova storia può anche derivare dalla paura di rovinare il proprio equilibrio da single e di essere costretti a rinunciare alla ritrovata libertà e all’indipendenza. Quando non si hanno legami, ogni azione, gesto o decisione dipende solo dalla propria volontà, senza costrizioni o limitazioni, mentre in coppia le cose tendono a cambiare, perché è inevitabile dover rendere conto al compagno. Amare significa anche trovare compromessi con l’altro, gettare la maschera e rivelarsi per come si è, con difetti e debolezze, andando incontro alle esigenze del partner e rinunciando, a volte, alle proprie. Chi non è più abituato a questi meccanismi, dunque potrebbe avere difficoltà ad accettarli nuovamente.



Vincere le resistenze

Superati gli scogli iniziali, fatti di tentennamenti e timori, lasciarsi andare nuovamente all’ebbrezza di un sentimento, alle emozioni del corteggiamento e della passione, è un toccasana da molti punti di vista. Quella che inizialmente può essere una bufera emotiva finisce per diventare linfa vitale, energia nuova e stimolo per riaffacciarsi alla vita con maggior sicurezza. Credere nell’amore è un ingrediente prezioso per il benessere di una persona e per il suo equilibrio psicologico.



Buttarsi

Ecco alcuni consigli per riconoscere i propri timori e trovare il coraggio di superarli.

1.Capire i propri dubbi: riflettere su cosa impedisce di aprirsi all’amore, anche con l’aiuto di un esperto, ma non aggirare l’ostacolo, rifiutando l’innamoramento a priori perché è un atteggiamento che rimanda il problema e non lo risolve.

2.Provare: dopo l’analisi delle paure provare a lasciarsi andare nella storia, vivendola appieno e godendo di tutto ciò che offre.

3.Non fare confronti: paragonare le vecchie storie con quella nuova è un errore.

4.Essere se stessi: gettare la maschera fin dall’inizio e parlare liberamente dei propri timori.

5.Superare i propri limiti: se si è troppo razionali bisognerebbe provare a lasciarsi andare all’istinto. E poi è fondamentale coinvolgere il partner nei propri interessi.



La philofobia

Il timore di innamorarsi, o philofobia, può essere un blocco psicologico vero e proprio. Nei casi più seri questa paura si manifesta con gli stessi sintomi dell’attacco d’ansia: difficoltà respiratorie, sudorazione, nausea, tachicardia e insonnia. Vivere questa condizione significa essere colti dall’ansia anche solo all’idea di avvicinarsi a un partner, di provare affetto ed essere ricambiati.


-


.
loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog Amici

E-BOOK

Sosteniamo Mundimago

Poni una Domanda e Clicca il bottone Bianco


CLICCA QUI SOTTO
.



Google+ Followers

Visualizzazioni totali