loading...

giovedì 15 aprile 2010

FAMIGLIA ALLARGATA




In una ricerca l’Istat ha sottolineato che in Italia ci sono circa mezzo milione di famiglie allargate o ricomposte, cioè coppie coniugate o non sposate in cui almeno uno dei due coniugi ha avuto un matrimonio o una separazione alle spalle. Naturalmente all’interno di queste famiglie ci sono numerosi figli che si ritrovano oltre ai genitori biologici anche genitori acquisiti e non sempre la convivenza è semplice.



La famiglia allargata
Con il termine famiglia allargata si intende una famiglia ricostruita con un partner diverso da quello attuale dopo una precedente rottura. Significa che c’è stata una separazione, due genitori che si sono lasciati e si sono innamorati una seconda volta, ma di persone diverse. Indica una probabile  nascita di altri figli che in qualche modo dovranno imparare a convivere con dei “fratellastri”; o figli del compagno/a già grandi magari, che si ritrovano da un giorno all’altro a doversi relazionare con altri coetanei, figli del nuovo partner di mamma o papà.
Se un tempo la parola fratellastro o sorellastra era decisamente dispregiativa perché la abbinavamo alla favola di Cenerentola, oggi sono i termini precisi per identificare i soggetti in questione e cioè fratelli sì ma non di sangue, che hanno in comune soltanto un genitore.


Evitare alcuni errori

Ovviamente non esistono ricette per garantire il successo di una famiglia allargata, ma ci sono tanti errori che con un pò di buon senso e attenzione si possono evitare.
Innanzi tutto non deve mai mancare il dialogo così come il garantire a ciascun figlio il proprio spazio e la propria privacy.
I primi tempi la nuova coppia dovrà concentrarsi maggiormente sui figli che su se stessa, sottolineando i lati positivi della nuova convivenza e facendo capire ai figli che anche nelle famiglie più tradizionali ci sono ombre e luci. È poi importante lo stile di vita della nuova coppia, come si pone agli occhi dei figli; genitori vitali, sportivi, flessibili avranno più possibilità di creare intorno a sé un clima sereno, aperto al confronto.
Un altro aspetto da tenere in considerazione è che ogni figlio è diverso e si adatterà alla situazione in maniera diversa; l’importante è rassicurarlo perché dopo la separazione dei propri genitori ogni figlio si sente in qualche modo escluso, messo da parte.


Per una famiglia allargata serena
Quando si decide di lasciarsi alle spalle un matrimonio fallito e costruire nuovamente una relazione, bisogna andare cauti, soprattutto se ci sono bambini e figli di mezzo. Bisognerebbe seguire alcune semplici regole per evitare di ritrovarsi in una situazione ingestibile.
  • Per prima cosa non si fa piovere il nuovo partner dal cielo: bisogna preparare i bambini, i ragazzi, ma anche i figli più grandi.
  • Non pretendere che la nuova persona venga immediatamente accettata; bisogna aspettare che la notizia sedimenti e venga accettata fisiologicamente con un pò di tempo.
  • Non credete alle fiction e ai film, il nuovo compagno/a non potrà far immediatamente parte della vostra famiglia!
  • Durante la presentazione evitare i giri di parole e non pretendere che lo/a si chiami zio/a o con altri nomignoli strani. Parlare chiaramente con i figli prima di introdurre una nuova presenza e sentire anche le loro ragioni.
  • Far sentire i figli parte della scelta e del nuovo nucleo familiare, coinvolgendoli, dove possibile anche nelle decisioni.
  • Non imporre immediatamente eventuali altri figli del nuovo compagno/a e se possibile evitare nuove gravidanze prima di un sano periodo di assestamento.
.
-


.
loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog Amici

E-BOOK

Sosteniamo Mundimago

Poni una Domanda e Clicca il bottone Bianco


CLICCA QUI SOTTO
.



Google+ Followers

Visualizzazioni totali