loading...

domenica 29 aprile 2012

EGITTO : legalizzazione della necrofilia





L’Egitto discute sulla legalizzazione della necrofilia derivante da una proposta di legge che consente ai mariti di fare sesso con le mogli dopo la loro morte.



 
   
EGITTO - La rivoluzione egiziana non ha certo creato una significativa riduzione demografica al punto da dover ricorrere per i propri bisogni sessuali a soluzioni così assurde. La vera ragione di questa proposta di legge risiede nel fatto che per molti "il legame matrimoniale prosegue anche dopo la morte". Ed ecco che a questo tocco di poesia il Parlamento musulmano non resiste e finisce per tramutarlo nell'ennesimo strumento per calpestare la dignità della donna.
   
Il concetto che “la donna sia un oggetto del marito” finisce per arrivare fino ai suoi estremi. L’Egitto sta per legalizzare la necrofilia. Il sesso con il cadavere della propria moglie ormai priva di volontà è una pratica accettata da molti. Anche se a noi in occidente questa cosa può generare uno ribrezzo sproporzionato, in Egistto si sta candidamente discutendo se legalizzare questa pratica ormai diffusa o meno.
Oltre all’atto in sé (riprovevole per noi occidentali) bisogna anche sottolineare come questa pratica sia pericolosa per la salute dell’uomo. Dai cadaveri infatti sono tantissime le malattie che si possono prendere.

Oggi in Egitto c’è “il rischio” che passino due leggi attualmente in discussione dal Parlamento. Le due leggi presuppongono un cambiamento in negativo della posizione della donna all’interno della società. La donna potrebbe diventare sempre più sottomessa all’uomo di quanto non sia già.
In particolare una delle leggi vuole l’abolizione dell’età minima del matrimonio che attualmente è fissata a 14 anni. L’altra invece, vede l’uomo proprietario del corpo della donna anche dopo la sua morte. Prima che il cadavere vada in putrefazione l’uomo può servirsene per i suoi scopi personali. Concepire però il sesso solo dal punto di vista fisico ed escludere la volontà della donna diventa il colmo della schiavitù femminile. E’ come se in Egitto si stesse discutendo se attribuire la proprietà del corpo femminile alla donna stessa oppure al suo legittimo marito o vedovo che quindi può servirsene per i suoi bisogni fisiologici. La possibilità di fare sesso col cadavere della moglie potrebbe diventare legale fino ad un massimo di sei ore dopo la morte, quando cioè il cadavere non è ancora in putrefazione.
Un risvolto tutto materiale ad un problema che però nasce proprio da un problema filosofico. Ad aprire il dibattito sulla necrofilia è stato il religioso Abdul-Bari Zamzami, che nel sosteneva che il legame matrimoniale continua anche dopo la morte. Il CNW, Consiglio Nazionale delle Donne, ha rivolto un appello al parlamento guidato da una giunta militare perchè le due proposte di legge venissero respinte.


-


.
 .
 .

-

2 commenti:

  1. E' una bufala! E' falsa!!!
    l'ha smentita persino lo stesso sito di news da cui e' partita per prima la notizia cioe' el arabiya
    ecco la smentita se non credte :)

    http://english.alarabiya.net/articles/2012/04/30/211238.html

    RispondiElimina
  2. OK , GRAZIE , LASCIO COMUNQUE IL POST , PER RIMARCARE , TUTTI GLI ABUSI SUBITI NEL MONDO DALLE DONNE , CIAOOO

    RispondiElimina

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati , guarda : www.cipiri.com

loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog Amici

E-BOOK

Sosteniamo Mundimago

Poni una Domanda e Clicca il bottone Bianco


CLICCA QUI SOTTO
.



Google+ Followers

Visualizzazioni totali