martedì 26 giugno 2012

YouTube in amore

YouTube in

amore

Come si svolgeranno i conflitti d’amore ai tempi di YouTube? Il sito che l’International Herald Tribune definisce “l’internet video-sharing service più potente del mondo“, può diventare il nuovo medium dell’amore e dell’odio privati che si fanno pubblici, sostituire le lettere anonime e i pettegolezzi di un tempo: tentazione mediatica per le aspiranti Veroniche o pistola virtuale per il delitto d’onore del nuovo Millennio.
Poter mandare gratis in rete, e senza spesa pubblicizzarlo a colpi di mail e sms, un filmato di durata variabile, con immagini e rumori autentici, magari accompagnati da musiche ad hoc, rappresenta un rischio o, se si vuole, un’opportunità. Che già viene sfruttata per usi adulti e adulterini.

Nel cenacolo del venerdì, le signore hanno raccolto esperienze che si concentrano su due casi base.
Primo, la moglie scopre che il maritino, così perbene, le fa le corna.
YouTube offre tre possibilità di contrattacco: a) un corto con la disgraziata in lacrime che denuncia il misfatto mentre fa scorrere le immagini dei trent’anni passati assieme; b) un corto sulla tradita in un appartamento deserto con finale Ultimo tango a Parigi; c) un cortissimo con lei che sta salendo su un jet executive destinazione ignota e nel mentre declama, glaciale, i numeri dei conti correnti all’estero del fedifrago. Il primo contrattacco ha per obiettivo il recupero dell’amato bene.

Il secondo può far scattare il senso di possesso nel traditore, e dunque facilitare una ricomposizione della coppia, ma non è detto e allora sarà pan per focaccia. Nella terza fattispecie, siamo alla ritorsione beffarda e un po’ troppo carogna, ma le cronache, per esempio quelle di Mani Pulite, dicono che è ben possibile. Secondo caso base. L’amante si ritrova con un compagno sposato e pusillanime, che le promette una nuova vita e non mantiene mai.


YouTube offre l’opportunità di far precipitare la situazione con la forza delle immagini in movimento: a) mettendo in rete il video amatoriale dell’ultimo commercio sessuale con l’immeritevole, oscurando il proprio volto se del caso; b) riprendendo i due amanti che escono, mano nella mano, dall’Esselunga, mimesi della coppia normale che si vorrebbe per sempre; c) il film della signora troppo a lungo ingannata dal Casanova di turno, che cammina sconvolta lungo i binari del tram, novella Anna Karenina. Li vedrà lui. E anche la moglie.
La terza opzione ha l’apparente scopo di convincere lui a saltare il fosso. Ma tutte e tre, di fronte al tribunale dell’opinione pubblica convocato su YouTube, possono portare a una sentenza finale che sfocia nel contemporaneo abbandono del farfallone da parte di entrambe.

Albertina Marzotto
-

 . 
.
 .
 .

-

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati , guarda : www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog Amici

E-BOOK

Sosteniamo Mundimago

Poni una Domanda e Clicca il bottone Bianco


CLICCA QUI SOTTO
.



Google+ Followers

Visualizzazioni totali