mercoledì 28 novembre 2012

Il software per l'economia domestica - Gratis


Il software per l'economia domestica
Contro la crisi  propongo questo  programma gratuito 
per il  controllo delle spese domenstiche.
 - 
Gratis  qui

- Wallet Balance
.

- beruby.com - Risparmia acquistando online
-
.
 .
 .

-

lunedì 26 novembre 2012

OCCHIO ALLE SEGRETARIE


.

OCCHIO ALLE SEGRETARIE

Scritto da catry6700


Caro direttore
due settimane fa ho compiuto 42 anni.
La mattina del mio compleanno mi sono alzato ed ero un po' giù di morale. Sono andato a fare
colazione sperando che mia moglie mi dicesse "Buon Compleanno!" e mi facesse una sorpresa dandomi un
regalo. Invece mi ha detto solamente:"Buongiorno".
I miei figli si sono seduti a tavola e l'unica cosa che mi hanno detto è stata: "Abbiamo bisogno di
un aumento della paghetta !". Così sono andato a lavorare ancora più depresso.

.

 Appena entrato in ufficio, però, la mia segretaria (25enne e carina) mi è venuta incontro
esclamando: "Buon Compleanno!".
Mi sono sentito subito meglio: per lo meno qualcuno se ne era ricordato!
Ho lavorato normalmente fino a mezzogiorno quando la segretaria mi ha chiamato proponendomi
di andare a mangiare insieme; ho accettato dicendole che era la proposta migliore che potesse farmi.
Abbiamo scelto un ristorante molto accogliente, abbiamo mangiato con calma e poi siamo andati da
un'altra parte a bere un drink.
È stato tutto molto bello e mentre tornavamo in ufficio la segretaria mi ha detto: "Visto che oggi è
un giorno speciale, perché anziché tornare subito al lavoro non andiamo a casa mia a rilassarci un po'?".
Le ho risposto allibito che era un'ottima idea.
Appena entrati nel suo appartamento, lei mi ha detto: "Se non le dispiace desidererei mettermi
qualcosa di più comodo." Io le ho risposto che non c'era alcun problema... e così se ne è andata in camera
sua.
Dopo tre minuti ne è uscita .... con una grande torta di compleanno, seguita da mia moglie, dai
miei figli e dai miei amici con i quali cantava in coro: "Tanti auguri a te, tanti auguri a te!", mentre io ero
in piedi in mezzo al salotto, nudo, con addosso solo un paio di calzini corti.
-


- beruby.com - Risparmia acquistando online 

  -
.
 .
 .

-

sabato 24 novembre 2012

Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne



La giornata del 25 novembre è fondamentale per ricordare alla politica che più del 70% delle donne nel mondo sono state vittime nel corso della loro vita di violenza fisica o sessuale da parte di uomini.

Domenica 25 novembre è la Giornata Mondiale della Violenza sulle Donne, presentata dall'Onu, martedì scorso a New York, come la Giornata mondiale per l'eliminazione della violenza contro le donne.
 -
 -

Michelle Bachelet, Vice Segretario Generale e Direttore Esecutivo di UN Women, l'agenzia che l'ONU ha istituito di recente, ha affermato che, sebbene ci siano stati notevoli progressi nelle politiche nazionali, molto rimane ancora da fare. Più di cento paesi sono privi di una legislazione specifica contro la violenza domestica e più del 70% delle donne nel mondo sono state vittime nel corso della loro vita di violenza fisica o sessuale da parte di uomini. 
La violenza, ha aggiunto il direttore, influendo negativamente sui risultati scolastici delle donne, sulle loro capacità di successo lavorativo e sulla loro vita pubblica, allontana progressivamente le società dal conseguimento dell'obiettivo dell'uguaglianza di genere. La Bachelet si è impegnata a cercare un finanziamento di cento milioni di dollari l'anno entro il 2015, da destinare al Fondo fiduciario per porre fine alla violenza contro le donne.
Concordando sull'importanza ricoperta dai modelli femminili nell'eliminazione della violenza perpetrata contro le donne, la Bachelet ha detto di guardare agli ufficiali di polizia donna e alle donne soldato come esempi positivi. "Sono modelli di donne forti e dimostrano che le donne hanno le capacità per agire. Nel mondo occorrono cambiamenti culturali per smettere di guardare alle donne come cittadine di seconda classe. Dobbiamo creare una cultura di rispetto", ha concluso Michelle Bachelet.
Quest'anno sono già 103 le donne uccise in Italia. Purtroppo, solo ipoteticamente, perché non esistono dati ufficiali (scarso interesse della politica?). Sta di fatto che la lista più attendibile è stata compilata dalla Casa delle donne di Bologna che, fino al 5 dicembre, promuove la settima edizione del Festival la Violenza Illustrata, con cinema, dibattiti e mostre.
Per l'occasione Amnesty International da inizio a 16 giorni di attivismo su tre temi principali: la violenza sulle donne irachene, egiziane e colombiane, spesso appoggiata dallo stato.
Ancora, il 25 novembre alle 15.55 a Domenica In, su Rai Uno, verrà proposto il film-documentario ''Giulia ha picchiato Filippo", diretto da Francesca Archibugi e interpretato da Riccardo Scamarcio con Jasmine Trinca. Alle 20.30 al Teatro Litta di Milano verrà consegnato il Premio Intervita per il Cinema 2012 alla regista, personaggio che nel cinema si è speso per i diritti delle donne, e alle 22 verrà proiettato il documentario.

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne 2012, Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura invita a contare lentamente da 1 a 100. Sono oltre cento le donne uccise quest'anno da maschi-killer. Stiamo assistendo a un'inaudita escalation di violenza. Si chiama femminicidio. Violenza per lo più domestica: i killer sono ex-compagni, mariti, partner, padri. Killer che odiano, killer che non amano, killer che violentano la parola "amore". E quante sono le vittime, sempre donne, dei tanti altri tipi di abusi e violenze sessuali? Contiamo fino a 100, e ben oltre 100, molto, molto oltre. Barbarie, ignoranza, inciviltà sono violenza. Chiediamo a voce alta civiltà, cultura, progresso. Contro il femminicidio, contro il machismo. Contro ogni violenza sulle donne.
Calligrafia: Francesca Biasetton.
Regia: Serena Gargani.
Testo: Luca Borzani e Nicla Vassallo.

-
- beruby.com - Risparmia acquistando online 
  -
.
 .
 .

-

venerdì 23 novembre 2012

Fermiamo l'AIDS sul nascere




 Spot Cesvi FERMIAMO L'AIDS SUL NASCERE

 - -

 Il nuovo spot Cesvi per la campagna "Fermiamo l'Aids sul nascere" con la partecipazione dei 5 testimonial Claudio Bisio, Alessio Boni, Lella Costa, Cristina Parodi e il Trio Medusa

- -

Zimbabwe, 9 maggio 2001: nasce Takunda, che in lingua locale significa “Abbiamo vinto”. Takunda è il primo bambino africano nato sano da una mamma sieropositiva, grazie ad una cura farmacologica che riduce la trasmissione del virus dalle mamme ai neonati. Da allora 3.000 bambini hanno beneficiato del progetto.


La campagna Cesvi di lotta all’AIDS riguarda la prevenzione del contagio madre-figlio, la cura delle persone già affette e il supporto psicosociale ai malati e agli orfani dell’AIDS.
Il progetto "Fermiamo l'AIDS sul nascere", avviato nel 2001 da Cesvi nel piccolo ospedale Saint Albert in Zimbabwe, è oggi attivo in Congo RD, Uganda, Sudafrica, Kenya e Vietnam per salvare la vita a migliaia di bambini e alle loro mamme sieropositive.
Grazie ad un efficace farmaco somministrato alla mamma e al neonato è possibile curare il bambino, diminuendo drasticamente le probabilità di contagio.

I dati sulla diffusione del virus HIV in Africa e in Asia sono ancora allarmanti.
34 milioni di persone sono state contagiate. Il 67% dei sieropositivi nel mondo vive nell’Africa sub-sahariana.
Esiste una cura efficace per diminuire le probabilità di contagio e salvare la vita a migliaia di bambini e di mamme sieropositive.
Insieme stiamo vincendo l’AIDS in Africa. Non fermiamoci.
--
- beruby.com - Risparmia acquistando online 
  -
.
 .
 .

-

giovedì 22 novembre 2012

Orgasmo femminile


le cause più comuni che lo ostacolano


 – Quali sono le cause più comuni che ostacolano l’orgasmo femminile? I migliori esperti inglesi si sono riuniti in seduta plenaria e hanno stilato la classifica. Secondo le statistiche ben il 20% delle donne non ha mai raggiunto l’orgasmo, ‘The Big O‘, come riportato dal The Sun. 
 
  1. MEDICINALI - Il dottore David Edwards afferma: ”I farmaci antidepressivi ed alcuni medicinali per l’emicrania possono avere un effetto devastante sulla vita sessuale delle persone e far ritardare anche l’orgasmo. Se usate antidepressivi - continua Edwards - c’è un nuovo farmaco chiamato dapoxetina, da prendere dopo il rapporto sessuale che, come dimostrato, può fornire benefici a lungo termine, senza alcun rischio di effetti collaterali”.
  2. STRESS“Il cervello è il nostro principale organo sessuale”. Queste sono le parole del dottore Massimo Stocchi, psicologo del sesso e delle relazioni. “Se sei troppo occupato, stressato o distratto, il tuo cervello dice: Lascia perdere. C’è un equilibrio tra la tranquillità e l’eccitazione”. 
  3. POCA FANTASIA – Il rapporto sessuale non è l’unico modo per raggiungere l’orgasmo. Solo il 20% delle donne raggiunge l’orgasmo regolarmente in questo modo. Ecco le parole dell’esperto, Paula Hall: “Chiedi al tuo partner un massaggio sensuale per aumentare l’eccitazione. Sperimenta posizioni che consentano anche lo sfregare del clitoride ad ogni spinta. Si possono usare anche ‘Erection rings’, piccoli vibratori progettati per colpire il clitoride durante il rapporto sessauele”.
  4. ALCOOL – Un paio di drink potrebbero anche aiutare per trovare il coraggio necessario ad arrivare velocemente sotto la lenzuola. Ma non di più. Malcolm Vandenburg, uno dei massimi esperti nel campo della salute sessuale spiega: “Troppo alcool è come un sedativo per il nostro cervello che blocca gli impulsi. L’alcool ha effetti negativi soprattutto sugli asiatici per la loro struttura genetica”.
  5. PROBLEMI FISICI – Molte donne credono di non poter raggiungere l’orgasmo perché i loro genitali sono ‘rotti’ o hanno subito ‘danni’. “Alcune donne hanno solo bisogno di più stimoli – afferma Malcolm Vandenburg – Il vibratore può essere utile per capire come arrivare all’orgasmo”. 
Ma questi sono solo alcuni dei principali problemi. Nell’elenco troviamo anche la poca conoscenza del proprio corpo, il bisogno improvviso di fare pipì, la pancia, motivi religiosi, tensione muscolare e le alte aspettative.
-
- beruby.com - Risparmia acquistando online 
  -
.
 .
 .

-

lunedì 12 novembre 2012

C. M. mette all’asta la sua verginità


Catarina Migliorini mette all’asta la sua verginità

: un giapponese se l’aggiudica per 780 mila dollari

La ragazza italo-brasiliana ha fatto una offerta indecente. Un giapponese l'ha colta al volo. E in Brasile infuriano le polemiche

-

Catarina Migliorini, brasiliana di 20 anni di origini italiane, ha messo all’asta on line la sua verginità. Dopo diversi rilanci, ha vinto un imprenditore giapponese, che si è presentato con lo pseudonimo “Natsu”. La cifra è di tutto rispetto: 780.000 dollari, circa 600.000 euro.

LA FICO PUNTAVA PIU’ IN ALTO - Anche la nostra Raffaella Fico (oggi felicemente accasata con Mario Balotelli, da cui aspetta un figlio) ci aveva provato nel 2008. Ma la base d’asta, un milione di euro, aveva scoraggiato gli acquirenti. Per i giornali australiani, la Migliorini si incontrerà con il suo compratore a bordo di un aereo. Il rapporto avverrà in un luogo segreto e sarà “protettissimo”: il suo acquirente si dovrà sottoporre ad accurate visite mediche e dovrà usare il profilattico.


BENEFICENZA O INGORDIGIA? - Cosa farà, con il suo bottino, la Migliorini? È un mistero. Ad alcuni giornali brasiliani, ha detto che li “spenderà in viaggi” e per pagarsi l’università in Argentina. Su un profilo Facebook, che potrebbe non essere suo, scrive che userà i soldi per costruire case per i poveri della sua cittadina, Itapema, che si trova nel nord dello Stato di Santa Catarina.


POLEMICHE - E mentre lei festeggia su Twitter, dove peraltro “posta” citazioni colte di Oscar Wilde, Kirkegaard, Nietzsche, in Brasile infuriano le polemiche. Oscar Maroni, discusso re della notte di San Paolo, ha dichiarato al quotidiano Folha che la Migliorini, il cui vero nome di battesimo sarebbe Ingrid, lo aveva cercato e sedotto due anni fa. “La raggiunsi, facemmo una cena romantica e poi andammo in un hotel di lusso. Ci scambiammo baci, ma quando venni al dunque, lei si sottrasse: mi chiese 100 mila reais (38.000 euro) per la sua verginità”, ha detto Maroni. Col senno di poi, era un affare.
-


Vendo il mio corpo per viaggiare e guadagnare denaro
 
Si sente sempre più spesso parlare di vendita del proprio corpo per ottenere in cambio una somma di denaro da utilizzare con uno scopo già prefissato.

Eppure anche se il procedimento è simile, non si tratta di prostituzione a tutti gli effetti. Sembra che stia diventando di moda tra i più giovani concedere la propria fisicità al maggior acquirente. E nell'era delle aste on line, ha fatto parlare di sé quella indetta da una ragazza, Catarina Migliorini, una ventenne brasiliana che, per pagarsi gli studi, ha pensato di mettere su Internet il proprio corpo per venderlo a colui che avrebbe offerto la somma più alta. Il piano è stato astutamente ideato dal regista di documentari Justin Sisely che ha venduto sul web, con il consenso di Catarina le immagini della ragazza e di un suo coetaneo russo, dando avvio alla vera e propria asta on line che è stata aggiudicata da un giapponese alla modica cifra di 780.000 dollari. Secondo quanto stabilito in precedenza, Catarina dovrà incontrare il giapponese su un aereo privato per concedersi a lui in modo sicuro.

Come ha affermato la stessa ragazza questo è "solo un lavoro" che le permetterà di viaggiare, di "girare un film e guadagnare denaro" E poi "se lo faccio una sola volta nella vita non divento mica una prostituta!". La stessa protagonista ha detto poi di voler devolvere il 90% del denaro ricevuto in beneficienza. Ma nonostante quest'affermazione, le critiche sono arrivate in tempo in Brasile per dare sfogo ad un autentico dibattito.

La corsa al denaro facile rappresenta l'ultima frontiera della moda giovanile che mette in vendita ragazzi e ragazze anche ad ogni costo. La verginità non è più reputata un valore fondamentale da preservare ma piuttosto un mezzo attraverso il quale fare soldi e diventare ricchi e famosi.
 -

- beruby.com - Risparmia acquistando online -

.
 .
 .

-

martedì 6 novembre 2012

FREE - WEB: Marilyn Monroe

Marilyn Monroe



 -
Marilyn Monroe, nome d'arte di Norma Jeane Baker (Los Angeles, 1 giugno 1926 – Los Angeles, 5 agosto 1962), è stata un'attrice, cantante, modella e produttrice cinematografica statunitense.

Dopo aver trascorso gran parte della sua infanzia in case-famiglia, la Monroe cominciò a lavorare come modella, prima di firmare il suo primo contratto cinematografico nel 1946; dopo alcune parti minori, film come Giungla d'asfalto e Eva contro Eva furono i suoi primi successi di pubblico. Negli anni successivi, i suoi ruoli in Niagara e Gli uomini preferiscono le bionde vennero apprezzate dalla critica, ottenendo la definitiva consacrazione internazionale con pellicole come Come sposare un milionario, Quando la moglie è in vacanza, Fermata d'autobus e A qualcuno piace caldo, per la quale vinse un Golden Globe per la migliore attrice in un film commedia o musicale nel 1959. Nel 1999, la Monroe si è ...
 continua a leggere ...
FREE - WEB: Marilyn Monroe:  - Marilyn Monroe, nome d'arte di Norma Jeane Baker (Los Angeles, 1 giugno 1926 – Los Angeles, 5 agosto 1962), è stata un'attrice, ...


 - 

.
 .
 .
-
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog Amici

E-BOOK

Sosteniamo Mundimago

Poni una Domanda e Clicca il bottone Bianco


CLICCA QUI SOTTO
.



Google+ Followers

Visualizzazioni totali