martedì 28 gennaio 2014

Aborto : il 1 febbraio in piazza in tutta Europa


Aborto, per la libertà delle donne spagnole il 1 febbraio in piazza in tutta Europa

Manifestazioni da Madrid a Roma, da Parigi a Londra: protesta contro la proposta di legge del ministero della Giustizia che limita il diritto all'interruzione di gravidanza.
Una tendenza comune anche ad altri Paesi europei
Il tam-tam girava da settimane in rete, tra i tanti siti delle associazioni di donne francesi, italiane, spagnole, inglesi.... L'obiettivo una mobilitazione europea comune a difesa della libertà delle donne e del diritto all'autodeterminazione. Ora l'appuntamento è fissato: il primo febbraio ci saranno donne in piazza a Madrid, a Parigi, a Londra, a Bruxelles (il 29) e poi a Milano, Roma, Firenze, Bologna... decine di presidi e dimostrazioni davanti alle ambasciate e ai consolati spagnoli delle varie città con un unico comune slogan
 "Yo decido"- "Decido io".

La prima mobilitazione europea delle donne nasce infatti in solidarietà con le donne spagnole contro la proposta della nuova legge sull'interruzione della gravidanza che limita fortemente la libertà della donna, "l'antiproyecto de lei" del ministro della Giustizia Gallardòn presentata lo scorso dicembre, che non solo cancella la legge Zapatero del 2010 (che - dicono le donne spagnole- aveva portato a una riduzione nel numero di aborti) ma autorizza l'interruzione della gravidanza solo in caso di violenza sessuale o di grave rischio per la salute fisica e psichica della donna, rischio che deve essere certificato da ben due medici.

 Ma l'arretramento sul piano dei diritti e della cittadinanza delle donne non è solo un fenomeno spagnolo, accusano le donne: il Parlamento europeo di recente ha respinto una mozione in difesa dei diritti sessuali e riproduttivi e, per restare in Italia la legge 194 sull'interruzione volontaria della gravidanza è di fatto resa impraticabile dall'obiezione di coscienza dei medici che si allarga enormemente, specie nel sud.

Ecco perché le donne di tutta Europa hanno deciso di chiedere tutte insieme ai rispettivi governi la garanzia della pluralità delle posizioni morali e il rispetto della libertà di scelta delle donne in fatto di maternità, rivolgendosi in particolare agli eletti e alle elette nel Parlamento europeo per una presa di posizione che garantisca loro il diritto di decidere sul proprio corpo. Il messaggio in più lingue, sarà comune: "Invoco libertà di coscienza quale bene supremo e fondamento delle mie scelte. Chiamo malevoli coloro che vogliono imporre i loro principi di vita fondati sulla rivelazione divina senza badare alle sofferenze che comportano". E ancora: "Perché io decido perché io sono libera e perché vivo in democrazia esigo dal governo di qualunque colore sia che promulghi leggi favorevoli all'autonomia morale garanti della libertà di coscienza e della pluralità e diversità di interessi", come è scritto nella lettera firmata da Alicia Miyares che verrà consegnata dalle donne spagnole al capo del Governo, Mariano Rajoy , al ministro della Salute Ana Mato, a quello della Giustizia Alberto Ruiz-Gallardòn nella mobilitazione del 1 che partirà alle 12 a Madrid dalla stazione Atocha per poi dirigersi verso la Camera dei deputati.

In Italia la rete womenareeurope nata per iniziative di alcune associazioni fiorentine, sta raccogliendo proposte e adesioni (e sono già migliaia) individuali e di associazioni, da D. i. Re che raggruppa i centri antiviolenza alle varie sezioni locali di Snoq e Giulia-giornaliste libere e autonome.

A Roma l'appuntamento sarà alle 15.30 davanti all'ambasciata spagnola in piazza Mignanelli-Piazza di Spagna con l'adesione di moltissime associazioni dalla Casa internazionale delle donne all'Udi, a Snoq Roma, Snoq Factory, Sciopero delle donne, Associazione Punto D, Differenza Donna, Coordinamento Donne Cgil Roma e Lazio, Assolei onlus, Uil di Roma e Lazio, Noi Donne, Zeroviolenzadonne... "Un'Europa senza diritti delle donne, semplicemente non è" è lo slogan che lanceranno con una dura lettera dove si denuncia che: "la proposta Gallardón è un chiaro tentativo di oppressione delle donne, di restaurazione del patriarcato... Consapevoli della gravità dell'attacco, le donne e gli uomini europei che fanno riferimento alla Carta Europea dei diritti fondamentali, chiedono che la proposta Gallardón venga immediatamente ritirata, in quanto violazione dei diritti di tutte le donne in Spagna e in Europa, un vero e proprio "golpe" autoritario e ideologico".

A Milano, Usciamo dal silenzio si è fatta promotore di una mobilitazione alle 14.30 davanti al consolato spagnolo in via Fatebenefratelli cui hanno aderito tra gli altri la Libera Universita delle donne, il Tavolo dei Consultori della Commissione Pari Opportunita del Comune di Milano, la Consulta Milanese per la laicità delle Istituzioni, Soggetività lesbica, Donne nella crisi, donne Cgil Milano e Lombardia, Assessorati delle Pari Opportunità con queste parole: " Libere di decidere del nostro corpo e della nostra vita, accanto e insieme ai nostri compagni o alle nostre compagne, rifiutiamo di essere sottoposte a trattamenti umilianti che pretendono di decidere al nostro posto se essere madre. Contro chi si appella alla libertà di coscienza per imporre a tutti i propri principi, esigiamo che chi ci governa favorisca l'autonomia morale di ciascuno e garantisca la pluralità e diversità di interessi"

A Firenze, dove arriveranno le donne anche da Pistoia con il "vagon de la libertad", l'appuntamento sarà in via de Servi

Altri concentramenti a Bologna in piazza del Nettuno, Reggio Calabria in corso Garibaldi, Vercelli, Cosenza, Catania, Cagliari, Siena.

la lista qui : http://womenareurope.wordpress.com/

.

.
leggi tutto sullo zodiaco
.



NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/carte.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.

.
. Bookmark and Share .

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati , guarda : www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog Amici

E-BOOK

Sosteniamo Mundimago

Poni una Domanda e Clicca il bottone Bianco


CLICCA QUI SOTTO
.



Google+ Followers

Visualizzazioni totali