loading...

martedì 14 settembre 2010

politico di destra dice , alle donne:usate il vostro corpo, se bello,farete carriera




Il corsivo di Puck

“La calunnia è un venticello”, celeberrima “aria dal Barbiere di Siviglia di Gioacchino Rossini  Ci viene a mente questa “aria,” diventata motto popolare, leggendo le dichiarazioni di  Giorgio Stracquadanio, deputato  del Pdl, molto legato a Berlusconi e considerato una testa d’uovo, tradotto uno che  sa leggere e scrivere visto il carattere della “ cultura” ai tempi dei berluscones. La testa d’uovo riprende la  risposta di una deputata del Pdl, area finiana, Angela Napoli che ad una domanda di Klaus Davi aveva risposto di non escludere che c i fossero delle colleghe che si erano prostituite in cambio di nomine politiche.
Si era aperto il finimondo, sdegno contro l’infame con in testa  Mussolini, Santanchè,Saltamartini, tutte candide verginelle, magari in tacchi a spillo e mini che neppure si addice molto alla loro non più tenera età, a chiedere alla loro collega di cospargersi il capo di cenere e inviare a tutte le donne del Pdl scuse ,sincere o meno non conta Oppure fare i nomi. Lo stesso Fini aveva rimbrottato la sua seguace. Non sono cose da dirsi, aveva detto e lei,poveretta, aveva chiesto scusa. Chiaro che di fare nomi non si poteva neppure parlare, ammesso che sapesse qualche cosetta, visto che in quel corridoio dei passi perduti  di Montecitorio, molti sono i sussurri, se non grida. In fondo non era una invenzione che nelle liste  del Pdl alle elezioni comunali e provinciali venivano incluse alcune gentili signorine. Una , se non andiamo errati, si chiama d’Addario, che il cavaliere  di Arcore e di Villa Certosa ben conosce. Non era stata proprio la signora Veronica Lario a scoperchiare il pentolone delle candidature europee dove  erano in ebollizione veline e cose simili? O no? E allora, forse la Angela Napoli, voleva proprio riferirsi a questo andazzo, denunciato con maggior forza proprio dalla ex consorte di “papi” che aveva preferito chiamarsi fuori  e separarsi dal marito. Stracqua entra in argomento, a piede teso, spinto da un languido venticello, prende per buona la “ calunnia”.Forse con la sua dichiarazione in cui giustifica che per ottenere un incarico una donna può usare il proprio corpo, intende mandare qualche messaggio. Del resto, proprio in vista di elezioni anticipate che ora sembrano evaporate, di messaggi di natura sessual politica negli ambienti berlusconiani ne girano molti. Dice Stracqua,(abbreviamo in via confidenziale ndr):”E’ assolutamente legittimo che per fare carriera ognuno di noi utilizzi quel che ha, l'intelligenza o la bellezza che siano. E' invece sbagliato pensare che chi è dotato di un bel corpo sia necessariamente un cretino. Oggi la politica ha anche una dimensione pubblica. Ci si presenta anche fisicamente agli elettori. Dire il contrario è stupido moralismo".. "Se anche una deputata o un deputato facessero coming out e ammettessero di essersi venduti per fare carriera o per un posto in lizza - conclude  - non sarebbe una ragione sufficiente per lasciare la Camera o il Senato".  Il ragionamento della testa d’uovo non fa una grinza ( notate la finezza dello Stracqua che parla al maschile quando si riferisce al femminile ndr). E’ vero che chi ha un bel corpo non deve essere ritenuta per forza cretina. E’ anche vero, però, che chi ha un bel corpo può essere una cretina e che usando  quel suo bel corpo possa diventare una parlamentare. Cretina era e cretina resta. Questo vale anche per un uomo,ovvamente. Quello che la testa d’uovo non è capace di intendere è che ognuno deve trovare la sua collocazione non in base al fatto che sia l’amante di questo o quel potente. Si da anche il caso di cui si sussurra che ci sono donne potenti che  con  il loro corpo fanno fare carriera ai loro  mariti. Magia delle pari opportunità! Ovviamente le reazioni sono arrivate subito anche dall’interno del Pdl. C’è chi ha definisce le dichiarazione di Stracqua, se vere “ degne di un 'pappone' non di un politico",chi parla di “provocazioni   futili e diseducative “ Si  indigna ovviamente Angela Napoli fatta a pezzi perché non aveva escluso che qualche bel corpo si  fosse  accaparrato lo scranno. La senatrice dell’Idv, Bugnano, si chiede se Stracqua “ parla così perché nel suo partito le cose vanno in questo modo”.Ingenua la signora . Ma i più efficaci sono i finiani di Generazione Italia che  ci scherzano sopra. “Ci verrebbe da riprendere il grande Corrado Guzzanti- dicono  e il suo famoso sketch, quello che 'siamo nella Casa della Liberta' e facciamo un po' come c... ci pare. Ma visto che potrebbero accusarci di flirtare con il 'compagno' Guzzanti e visto che siamo in una fase di difficoltà economiche, ci limitiamo al liberalissimo 'basta che paghino le tasse'". Per la gioia di Tremonti.
Ma ci domandiamo, anche noi ingenuamente: non è il Pdl il partito dell’amore, come dice il capo, Se lo è e non vogliamo certo mettere in discussione il verbo del Capo, nelle vesti di Silvio Cesare o di Papi, in fondo da cosa nasce cosa.

-

.
 .
 .

-
loading...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog Amici

E-BOOK

Sosteniamo Mundimago

Poni una Domanda e Clicca il bottone Bianco


CLICCA QUI SOTTO
.



Google+ Followers

Visualizzazioni totali