giovedì 31 gennaio 2013

For Singles Free




clicca qui
sotto

. Fashion Forward Singles .
.
Fashion Forward Singles Free And Fully Privileged
  • Send And Receive Emails
  • Send And Receive Instant Messages
  • Multiple Chat Room Access
  • Blog
  • Astrological Compatibility Feature
  • Send Unlimited Greeting Cards
  • Monthly Horoscope Reading
  • World Wide Singles Vacation Calendar
  • Weekly Night Club Calendar
  • Friends List
  • Personality Matcher
  •     
  • Free 25 Page Personalized Astrology Chart
  • Who's Online
  • Forum
  • Fully Search EliteSmoker's Database


-
- beruby.com - Risparmia acquistando online-

.
 .
 .

-

giovedì 24 gennaio 2013

YouPorn watching you : Milano è la prima



YouPorn fornisce i dati. 

Sapete in quale città si visualizzano più filmati?

A dimostrare che il settore non conosce crisi, perlomeno sul Web, ecco i numeri ufficiali del re dei siti hard: Youporn


Il porno è un investimento sicuro, anche più del mattone. A dimostrare che il settore non conosce crisi, perlomeno sul Web, ecco i numeri ufficiali del re dei siti hard: Youporn.

Nel 2012 il sito ha ricevuto più di 4,85 miliardi di visite. In media, ogni visita dura 10 minuti e 22 secondi, durante i quale l'utente visita circa otto pagine. Ma quali sono i paesi che bazzicano maggiormente il sito porno più famoso del Web? Al primo posto si piazzano gli Usa con più di un miliardo di visite all'anno, seguiti da Germania (575.514.420) e Francia (400.127.101). E l' Italia? Si posiziona appena dopo la Top 3, al quarto posto della classifica mondiale. Insomma, sfiora il podio. Ma a sorpresa il belpaese guadagna le prime due postazioni nella classifica delle città che hanno totalizzato più visite su YouPorn nel 2012. Milano è la prima in assoluto, seguita a ruota da Roma e Parigi.


Anche le città americane danno il loro bravo contributo ad accrescere le visualizzazioni del sito. La città Usa con il numero di utenti più attivi è New York (73.597.084 visite), la seconda Los Angeles (53.162.382). YouPorn ha anche rese note le celebrities più ricercate nei suoi motori di ricerca. Fra le prime sei c'è anche un'italiana, Sara Tommasi, mentre continuano a tenere le sempre verdi Paris Hilton e Pamela Anderson, ancora cliccatissime. A sorpresa, nella classifica dei più ricercati compare anche un uomo. Si tratta di Hulk Hogan, il wrestler più famoso del globo.

Tutti i dati sono stati forniti da YouPorn stesso sulla base delle visite ricevute nel 2012. Insomma, mentre miliardi di utenti " studiano" i contenuti del sito, anche il sito studia gli utenti. Mentre stai guardando YouPorn, anche YouPorn is watching you. 

-
- beruby.com - Risparmia acquistando online -
.
 .
 .

-

Il mistero dell'orgasmo femminile ed il piacere di lei


Il mistero dell'orgasmo femminile ed il piacere di lei.

Cerchiamo di fare un po' di chiarezza su alcuni aspetti essenziali e misteriosi della sessualità delle donne.

Il punto G esiste, ci sono le prove
Il punto G è una piccolissima zona della vagina che, opportunamente stimolata, produce nell'interessata orgasmi intensissimi. L'esistenza del punto G è nota e provata da decenni ma fino al 2008 nessuno era riuscito a individuare anatomicamente la sua posizione. Ci è riuscito lo scorso anno un team di medici italiani capitanati da Emmanuele Jannini, docente di sessuologia medica all'università de L'Aquila, che lo ha localizzato in un piccolo spazio tra uretra e vagina. Nelle donne che provano l'orgasmo sul punto G questa porzione di tessuto è più spessa che nelle altre.

Sul più bello lei non capisce più nulla
Durante l'orgasmo lei non è più in grado di connttere, nel vero senso della parola: la risonanza magnetica funzionale ha dimostrato che in quei momenti molte aree del suo cervello "si spengono", comprese quelle dedicate alle emozioni. Negli uomini questo effetto ha una portata minore, perchè il loro orgasmo ha una durata temporale più breve.

Molte donne non lo provano
Secondo uno studio americano del 1999 il 43% delle donne statunitensi avrebbe problemi a raggiungere l'orgasmo. Alcuni ricercatori hanno quindi sollevato un interrogativo provocatorio: se quasi la metà delle donne non lo prova, non sarà che l'anorgasmia non è da considerarsi una malattia? Nonostante questo le terapie farmacologiche allo studio per combattere questo problema sono tante, tra cui una a base di Viagra, che ha però dato fino ad oggi risultati non completamente soddisfacenti.

Tutta questione di geni
Secondo uno studio condotto nel 2005 in Gran Bretagna, il 45% delle variabili capaci di influenzare l'orgasmo femminile sarebbe di origine genetica. Molte donne non raggiungono l'orgasmo durante il rapporto sessuale, mentre altre non lo raggiungono con la masturbazione: le variabili ambientali e culturali influiscono sicuramente su questo aspetto della sessualità femminile, ma la componente ereditaria sembra essere fondamentale.

La tecnologia dà una mano
Il rimedio estremo all'anorgasmia è tutto tecnologico e si chiama "Orgasmatron", come il famoso marchingegno che compare nel film Sleeper, di Woody Allen.  Si tratta di un impianto spinale che stimola la donna "al momento giusto" e si controlla con un telecomando.  È stato ideato nel 2006 dal dottor Dr. Stuart Meloy, un medico americano che qualche anno prima aveva impiantato alcuni elettrodi nelle vertebre lombari di una paziente per curare un dolore cronico alle gambe. La stimolazione elettrica aveva però scatenato nella donna reazioni... piacevolmente inattese. Nonostante le difficoltà inziali a trovare dei soggetti disposti alla sperimentazione, il dispositivo e il protocollo terapeutico ad esso associato sono attualmente in fase di sviluppo.

Il mistero continua
Dal punto di vista evolutivo l'orgasmo femminile rimane comunque un mistero. Perchè le donne lo provano? Perchè alcune lo raggiungono solo con la masturbazione? Secondo la ricercatrice Elisabeth Lloyd ciò significherebbe che il piacere della donna è solo un "incidente evolutivo" come i capezzoli dell'uomo. Che resistono solo perchè non c'è nessuna buona ragione per farli sparire.

Fonte Focus


-
- beruby.com - Risparmia acquistando online 
  -
.
 .
 .

-

Trovato il punto G




. .

E' stato oggetto di accesi dibattiti, al centro di dubbi e 'vittima' di ripetute smentite, ma adesso il ''fulcro'' del piacere femminile e' stato per la prima volta anatomicamente isolato e descritto: il punto G si trova tra apparato genitale e urinario e forma un angolo di 35 gradi con la parete laterale dell'uretra.

Il lavoro di individuazione del tessuto, svolto sul corpo di una donna deceduta a 83 anni, e' firmato da Adam Ostrzenski dell'Institute of Gynecology di St. Petersburg in Florida.

Il Punto Grafenberg, o punto-G, fu cosi' chiamato per ricordare il ginecologo tedesco Ernst Grafenberg, che per primo lo descrisse oltre 50 anni fa, situandolo sulla parete frontale della vagina a un'altezza di circa 2 centimetri e mezzo.

Ricercatori inglesi del King's College di Londra avevano in passato negato l'esistenza del punto, definendolo solo un mito alimentato da riviste e terapisti sessuali. Ma qualche tempo fa Emmanuele Jannini Docente di Sessuologia Medica dell'Universita' degli Studi de L'Aquila, e' stato il primo ad 'avvistare' il misterioso punto che apre alle gioie dell'orgasmo vaginale: la presenza a livello anatomico del Punto G e' stata osservata su un campione di donne con un semplicissimo strumento di uso routinario nella diagnostica, l'ecografia transvaginale e riportata sul Journal of Sexual Medicine, la stessa rivista su cui oggi pubblica Ostrzenski.


Il lavoro di isolamento del tessuto e' pero' la prima conferma anatomica della sua esistenza e svela anche le dimensioni del punto G: lunghezza 8,1 millimetri, larghezza da 3,6 a 1,5 mm, altezza 0,4 mm. Una volta estratto, il tessuto del punto G e' estendibile fino a oltre 30 mm e somiglia al tessuto erettile (il tessuto cavernoso) dei genitali maschili e del clitoride.

Resta da chiarire se questo ispessimento sia presente e nella stessa posizione nel corpo di tutte le donne, spiega Ostrzenski in un'intervista; ma Jannini nel suo studio ne documentava la presenza solo in una parte del suo campione, non a caso le donne capaci di orgasmo vaginale. Bisogna anche capire se e' piu' sensibile perche' piu' fittamente innervato.

Ma lo studio di Ostrzenski da' una conferma dell'esistenza anatomica del punto G e secondo l'esperto questa 'prova anatomica' potrebbe avere implicazioni cliniche e anche futuribili applicazioni commerciali.

 leggi anche   http://cipiri8.blogspot.it/2014/04/il-clitoride-e-un-organo-interno.html 




Il Clitoride è un Organo Interno. Se fino a non molti anni fa erano in molti a non conoscere bene l’esistenza del clitoride, adesso sono in molti a non sapere che in realtà quella che si vede è solo la punta dell’iceberg. Il clitoride in realtà è collocato all’interno delle pelvi, e arriva ad abbracciare la vagina. Solo nel 2009 è stata ottenuta una scansione tridimensionale completa dell’organo.

LEGGI ANCHE:

CONOSCI IL CLITORIDE ?
GUARDA DOVE SI TROVA E COME SI ......


LEGGI ANCHE
 UN PICCOLO AIUTO NATURALE



NON SERVE UN PENE GRANDE PER SODDISFARE UNA DONNA




LA VERITA'
IL SESSO ALLUNGA LA VITA




Abbiamo creato un SITO
per Leggere Le Imago
Poni una Domanda
e Premi il Bottone il
Sito Scegliera' una Risposta a Random
Tra le Carte che Compongono il Mazzo
BUON DIVERTIMENTO
gratis

PER TABLET E PC

LE IMAGO
.

 ANCHE

PER CELLULARE


NON SI SCARICA NIENTE
TUTTO GRATIS


DOMANDA
CLIK
E
RISPOSTA

FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .
 MUNDIMAGO
http://www.mundimago.org/
.

.

Sesso: cose che dovresti sapere



1. Gli uomini preferiscono le brutte. Una teoria diffusa che ora ha la sua conferma scientifica. I risultati pubblicati da uno studio realizzato dall’Università di Radboud a Nimega, nei Paesi Bassi, e uscita sulla rivista Archives of Sexual Behaviour, non lascia infatti spazio a dubbi. Tutta colpa dell'ansia da prestazione, che tra i maschi è parecchio più alta quando si trovano di fronte a una donna molto affascinante, o per cui provano sentimenti profondi.

2. Questione di genetica. L'età media maschile della perdita della verginità è di 16,9 anni; quella femminile, nonostante si possa pensare il contrario, è più alta: 17,4 anni. E un nuovo studio sui gemelli dimostra come la genetica possa essere un fattore importante a seconda dei tratti ereditati, come l’impulsività o la maturazione.


3. Seno piccolo? E’meglio. David Buss e Cindy Meston, professori di psicologia all’Università del Texas, hanno rilevato che le donne con i seni piccoli sono più sensibili alla stimolazione erotica rispetto a quelle più formose. Inoltre, la sensibilità del seno tenderebbe a diminuire con l’età in tutte le donne.

4. Il sesso ti fa bella. Le donne, grazie al rilascio di estrogeni, beneficiano di una pelle più liscia e di capelli più resistenti, mentre gli uomini di una muscolatura più forte. Inoltre, una vita sessuale soddisfacente rende più giovani di almeno 7 anni. A confermarlo, uno studio del Royal Edinburgh Hospital.

5. Malattie & Co. Alcune ricerche dimostrano che più dell'80% delle persone sessualmente attive ha contratto una malattia venerea almeno una volta nella vita sebbene non abbia mostrato sintomi. Inoltre, almeno il 50% dei sessualmente attivi, sia uomini che donne, ha subìto un’infezione da HPV genitale. L’HPV, o papillomavirus umano, può essere a basso rischio e può provocare verruche genitali, o ad alto rischio, e può causare il cancro cervicale e altre malattie gravi. Nel 90% dei casi, il sistema immunitario combatte la malattia e la guarisce entro due anni.

6. Diamo i numeri. Secondo un sondaggio tra gli adulti di età compresa tra i 20 e i 60 anni, le donne hanno una media di 4 partner sessuali durante la loro intera vita, gli uomini 7.

7. L'età del tradimento. Attorno alla trentina, le donne sono più propense a tradire: la fertilità comincia a diminuire, così, per massimizzare ciò che resta, le donne si guarderebbero più facilmente intorno (spesso alla ricerca di un partner “migliore” di quello che già hanno).

8. Il preservativo? Roba da veri maschi. Gli uomini con un livello di testosterone più alto sono quelli più inclini all'uso del preservativo. È questo quello che emerge da uno studio condotto da alcuni ricercatori dell'Università del Michigan.

9. Colpa dello smog. Una ricerca condotta dalla Società Italiana di andrologia e medicina della sessualità (Siams) ha dimostrato che i giovani che vivono nelle grandi città sono in media meno fertili degli altri: i “campagnoli” avrebbero il 30% in più di potenziale di fertilità.

10. Gli uomini e le donne sono uguali? Una nuova ricerca canadese (effettuata presso il McGill University Health Centre di Montreal) sfata un falso mito: non è vero che le donne ci mettono più tempo degli uomini a eccitarsi sessualmente. Entrambi impiegano circa dieci minuti. Più precisamente: 665 secondi gli uomini e 743 secondi le donne.

 Fonte net1news

-
- beruby.com - Risparmia acquistando online

-
.
 .


 .

-

la durata di un rapporto sessuale



Argomento tra i più dibattuti in assoluto, quello della durata di un rapporto sessuale continua a essere un interrogativo che impegna studiosi e comuni mortali alla ricerca della felicità a letto. Le scuole di pensiero in questo caso sono due: da un lato coloro secondo i quali la durata è tutto e quindi spingono le performance verso estremi da libro dei record; dall’altro quelli che al contrario pensano che non ci sia niente di meglio di una sveltina. Qual è allora la durata perfetta quando si fa l’amore?
Il quesito è tornato a galla dopo la pubblicazione di una recente ricerca americana, basata su un ampio sondaggio tra la popolazione sessualmente attiva. Quel che ne è uscito fuori è in qualche modo emblematico: fare l’amore per più di 13 minuti è considerato un inutile sfoggio di tecnica nonché una clamorosa perdita di tempo. In ogni caso, a leggere le opinioni degli americani, la durata perfetta sarebbe 10 minuti, preliminari esclusi, con 13 minuti come soglia massima da non superare.

Il perché di questi tempi, che qualcuno potrebbe considerare ristretti, è presto detto: 13 minuti rappresenta la soglia dell’attenzione, superata la quale non si riesce fisiologicamente ad essere altrettanto attenti a quanto si sta facendo. La mente tende quindi a perdere interesse nei confronti del proprio partner e di quanto sta accadendo tra le lenzuola, con effetti deleteri sul coinvolgimento emotivo e passionale. Insomma, le maratone sessuali sono possibili ma sacrificano la passione sull’altare della performance.
Il motto sembra essere ‘meglio breve ma intenso piuttosto che lungo e senza coinvolgimento’. Il sondaggio, inutile dirlo, sta facendo molto discutere negli Stati Uniti ed ha attraversato l’oceano per arrivare fin da noi, sostenuto dall’entusiasmo dei pro-sveltina, quelli che una botta e via magari più volte al giorno. La verità mai come in questo caso non esiste, o meglio, il tempo giusto dipende dalla coppia, dall’affiatamento con la partner, dai desideri di entrambi e dalla condizione emotiva e fisica del momento.
Ogni rapporto dovrebbe possedere quindi una specifica durata ideale, ma a questo punto vogliamo sapere cosa ne pensate voi e quali sono le vostre esperienze: meglio una lunga sessione amorosa oppure una sveltina intensa?

 Fonte QNM

-
- beruby.com - Risparmia acquistando online 
  -
.
 .
 .

-

lunedì 21 gennaio 2013

Passione fra uomo e donna


Quali sono i fattori che scatenano la passione fra uomo e donna? Semplicemente istinto, ormoni e attrazione fisica? Parrebbe proprio di no, infatti in determinati momenti dell'anno la frequenza di rapporti sessuali aumenterebbe esponenzialmente, scopriamo insieme quali sono.

Secondo una ricerca made in USA esistono determinati momenti dell'anno e della giornata durante i quali l'eros e la passione sembrano essere maggiormente vivi e stimolati.

In particolare, le ore notturne sono quelle maggiormente predilette per consumare rapporti sessuali con il proprio partner, complice il buio e gli ormoni, che si accendono in modo particolare fra le ore 23:00 e l'1:00. Non solo, il giorno della settimana maggiormente prediletto sarebbe il venerdì, ultimo giorno di lavoro per molte persone, che sembrerebbero per questo avere voglia di "rilassarsi" al 100%!

Se ancora non vi basta, pensate che i ricercatori americani hanno dichiarato che il momento dell'anno in cui la passione subisce una vera e propria impennata è il mese di Dicembre, soprattutto se parliamo di giornate particolarmente piovose, in cui ci si concederebbe con molta semplicità al proprio partner. A testimoniare la particolare "magia" della stagione invernale interviene il numero di concepimenti, piuttosto elevato in questo momento dell'anno.
-

 FAI VOLARE LA TUA 
FANTASIA
MUNDIMAGO


SEDUZIONE : UOMO - DONNA


Attraverso le giuste tecniche seduttive si può riuscire spesso a fare centro come si può anche fallire il colpo e cercare nuove e più efficaci metodiche. E sebbene possono sembrare scontati, anche in questo caso alcuni consigli sentimentali possono ritornare utili in caso di emergenza. Per chi ha infatti fretta di portare a buon fine la conoscenza con una persona incontrata da poco, è possibile apprendere alcune concise mosse che in un tempo limitato aiutano a conquistarla e che servono da supporto soprattutto a coloro che hanno poca fiducia nelle proprie abilità seduttive.
Per un corteggiamento last minute è fondamentale non sbagliare il primo approccio ed avere un atteggiamento galante e disponibile. Il fascino gioca un ruolo importante in questo singolo momento, durante il quale un uso sicuro dello sguardo serve ad attrarre a sé l'altro, che deciderà se rispondere o meno al segnale ricevuto. Visto che il tempo continua a scorrere, dopo aver riflettuto, potrete passare all'azione cercando un contatto diretto e magari con una scusa sfiorando la mano di si chi vuole conquistare. A questo potrete far seguire una stretta di mano che può sancire l'inizio di un'eventuale amicizia o di qualcosa di più, o al contrario farvi capire il disinteresse dell'altro nei vostri confronti. Da questo primo contatto fisico, è possibile interpretare anche il senso di insicurezza o di passionalità mostrato dalla stretta di mano che nei due casi può essere rispettivamente lenta e superficiale o forte e decisa. Altri fattori fondamentali in un corteggiamento flash sono la voce che conquista e che accompagnata dalle movenze sensuali, danno impressione di sicurezza personale a chi vi sta accanto. Ciò predisporrà la nuova conquista a fare le altre mosse e a corrispondere, qualora volesse, il vostro sentimento. A questo punto, ascoltare i discorsi dell'altro è molto importante nella condivisione di emozioni e discorsi che aprono al dialogo di coppia. La comprensione dell'altro favorirà il giusto equilibrio, creando un'atmosfera serena e tranquilla.


Sedurre una donna

. Sedurre una ragazza è una cosa più facile di quanto si possa pensare, si possono impiegare anche soli dieci minuti. Eresia? Se siete così arditi da tentare l'impresa, di seguito ci sono i giusti consigli che vi serviranno nell'epico tentativo di diventare un 'conquistatore'. Non appena l'oggetto del vostro desiderio vi avrà davanti, i suoi occhietti da "ragioniere" vi squadreranno dalla testa ai piedi per un rapido giudizio sul vostro aspetto: bruciatela sul tempo abbagliandola con la vostra sicurezza. Avvicinatela a testa alta, guardandola negli occhi e sorridendo: un uomo che avanza sicuro di sé rappresenta il miglior biglietto da visita che potete presentare, ricordate che, i primi tre minuti sono fondamentali per stabilire una giusta empatia.

Un segreto per conquistare una ragazza è che quando lei sta parlando di cose su cui lei prova emozioni, loro non fannno l´errore di dire “anch´io”, e iniziare a parlare di loro stessi, o fare domande chiuse. Il processo è connesso con lei: immagina cosa ti piacerebbe avere se fossi nella sua posizione e dai quello. La domanda permette di fare un´incredibile connessione con la ragazza, ma a meno che tu inserisca un elemento sessuale, lei potrebbe ancora considerarti come qualcuno con cui le piace parlare ed essere amica, quindi facendo solo quello di cui abbiamo appena parlato non ti permette di diventare capace di conquistare una ragazza.
Può capitare, parlando con una ragazza, di sentirsi in forte sintonia con lei, creando così una zona di confort molto forte e coinvolgente. Da cosa dipende? Dall’empatia, dal fatto che tra voi due ci sono delle esperienze ed emozioni comuni che provate nello stesso momento. Se lei ti racconta di quando le è successa una cosa molto bella, e tu stesso hai avuto una situazione simile, e lei comprende che tu come lei stai ricordando e quindi provando di nuovo quelle emozioni la vostra complicità aumenterà. Se le dimostri compassione, quando lei è triste, perché ti ricorda quando tu lo sei, si sentirà a suo agio. In più, se le dimostri empatia, lei non si sentirà giudicata, ma capita. Ad esempio sarà più facile connettersi con una ragazza timida se anche tu lo sei stato ma sei riuscito a vincere la timidezza. Sai quindi come parlarle, fino a dove spingerti e il modo migliore per aumentare l’attrazione tra di voi.
La stretta di mano sarà il primo contatto che avrete con lei: una stretta debole, interpretata come segno di insicurezza e impaccio, quasi sicuramente decreterà una vostra fulminea debacle! Un sondaggio effettuato di recente all'università dell'Alabama, infatti, ha dimostrato che le donne reputano gli uomini con la stretta di mano ferma e decisa, passionali e avventurosi, a differenza di quelli che lo fanno in maniera frettolosa e debole, etichettati come nevrotici e imbranati! Ovviamente non bisogna esagerare, basta essere decisi ma non violenti. Prima di parlare, ascoltala con attenzione. Dai suoi discorsi, se sarai attento, verrà fuori, per filo e per segno, quello che dovrai dire tu per conquistarla. Ti ha appena detto che con il suo ex è finita perché lui era troppo geloso? Tu rispondile che per te la gelosia non potrebbe mai essere un modo per legare qualcuno a sé e che, anche se la conosci poco e niente, vi ha subito dato una positiva sensazione di fiducia. Non ci sono dubbi: l'avete stupita!
Non solo quello che dite, ma anche i vostri movimenti corporei, il cosiddetto linguaggio del corpo, in un approccio fulmineo saranno fondamentali per il raggiungimento del vostro obiettivo. Gesticolare troppo, per esempio, trasmetterà alla vostra "preda" nervosismo e stress. Il segreto è quello di comandare il vostro corpo con la mente: muovetevi in modo lento e rassicurante, così che lei possa sentirsi completamente a proprio agio, pensando che voi lo siete altrettanto. Fate anche attenzione a non toccarla mentre parlate: poggiare una mano sulla spalla di una donna per richiamare la sua attenzione, è uno degli elementi più fastidiosi che ci possano essere! Al massimo qualche colpetto simpatico sulla spalla, ma solo a conversazione inoltrata. Se tutto è filato liscio, non vi resta, adesso, che farle capire che siete interessati a lei, con poche parole e molti "segni": parlate dei vostri gusti e delle vostre passioni (se non vi sembrano interessanti inventate!) ma senza dilungarvi troppo e, non appena ultimate una frase, chiedetele sempre cosa ne pensa a riguardo. Vi sembra proprio che lei penda dalle vostre labbra? Se non la smette di guardarvi negli occhi e sorridervi, è proprio arrivato il momento di chiederle di continuare la vostra chiacchierata seduti comodamente. 



- Sedurre un uomo può a volte sembrare un’impresa impossibile. Non ti senti all’altezza, i tuoi presunti difetti pesano troppo sulla tua volontà d’azione. La prima regola è questa. Lascia che i tuoi “difetti” non interferiscano con il tuo comportamento, falli scivolare via, oppure, con noncuranza , fanne dei punti di forza. Per imparare a sedurre un uomo, se hai già stabilito chi è, cerca di capire il suo carattere, la sua personalità. Ci sono diversi tipi di uomini e non per tutti occorre applicare la stessa strategia. In ogni caso, le regole generali per sedurre un uomo sono le stesse dall’inizio dei tempi e, per cominciare, è necessario che cambi la percezione che hai di te stessa. Come vuoi essere? Sicura di te, spensierata, dolce, sexy? Devi abbandonare i pensieri inutili, negativi, le continue preoccupazioni e ansie quotidiane. Sedurre un uomo è un momento di vera e propria “ricreazione”, un momento bello, piacevole, una dimensione che ti rimette in gioco completamente, in maniera positiva e senza strafare. Ecco alcuni piccoli, infallibili consigli:
Lavora su te stessa. Se vuoi sedurre un uomo guardati allo specchio e prima di tutto, seduci te stessa. Lo sguardo, il volto, il portamento, quello che indossi. Cosa ti piace? Cosa non ti piace? Ma non essere troppo severa. Concediti passeggiate, un po’ di sport, una seduta di massaggi dall’estetista, una pulizia del viso, un parrucchiere, un nuovo paio di scarpe, un completino sexy, qualcosa che ti faccia sentire bene con te stessa. Lo sguardo, prima di tutto. Gli uomini amano lo sguardo femminile. Punta soprattutto su questo, evidenziali con mascara, matita sottile, senza esagerare, senza appesantirlo. Il trucco deve essere sempre ben curato e mai volgare. Gli sguardi, penetranti, improvvisi, per pochi secondi, per nasconderti e all’improvviso cercare di incrociare il suo sguardo e mantenerlo per almeno due o tre secondi. Lo farà impazzire. Scollature profonde. Gli uomini puntano per prima cosa lo sguardo sul seno femminile. Non importa che tu abbia una quarta, una terza, una seconda o una prima. Ciò che conta è il risalto che dai al tuo seno. Attirerai senza indugio il suo sguardo. Ricorda però, che se scopri di sopra, devi coprire un po’ di più di sotto. Anche accavallare le gambe con una certa grazia è molto seduttivo. Sfiora il suo corpo, leggermente, in maniera accidentale. Magari la sua mano. Questo è un metodo infallibile. Gli uomini non resistono al contatto fisico, per loro il sesso e l’amore sono un tutt’uno. Sorridi, sii spensierata, allegra, senza sembrare un’oca giuliva. Ridi alle sue battute, in maniera composta ma dolce. Cerca di mostrare a lui che ti diverte, che lo apprezzi e lo sostieni, che potresti essere una sua dolce alleata. Gli uomini adorano sentirsi al centro delle attenzioni femminili. Porta abiti sexy, ma non volgari. Capelli in ordine, trucco a posto. Non strafare, ma cura molto anche la biancheria intima, questo è un modo per sentirti sempre sensuale. Se riesci ad avere una conversazione, non parlare sempre tu, ma fallo parlare molto anche di sé, guardalo negli occhi e ogni tanto, cerca di sfiorare il suo corpo, accidentalmente.

-
Sono Web Designer, Web Master e Blogger, creo siti internet , blog personalizzati.
Studio e realizzo i vostri banner pubblicitari con foto e clip animate. 
Creo loghi per negozi , aziende, studi professionali,
 campagne di marketing e vendite promozionali.
MIO SITO  :  http://www.cipiri.com/


 FAI VOLARE LA TUA 
FANTASIA
MUNDIMAGO


giovedì 10 gennaio 2013

Perché siamo attratti da una persona



Perché siamo attratti da una persona piuttosto che da un'altra? Cos'è che procura in noi quell'inspiegabile sensazione di iperattività e di mancanza di appetito quando qualcuno ha davvero fatto breccia nel nostro cuore? È davvero possibile motivare scientificamente il processo dell'innamoramento?

Inutile negarlo: quando siamo realmente innamorati tutto si colora, la nostra testa è costantemente fra le nuvole e qualcosa dentro ci dà una carica apparentemente indefinibile. Gli esperti spiegano la complessa sintomatologia dell'innamoramento con dei processi ben precisi che accadono nel nostro corpo e che hanno purtroppo una durata limitata, riuscendo a permanere in noi per un massimo di sei anni.

Quando conosciamo una persona per la prima volta entrano in gioco i ferormoni, ghiandole invisibili che sono localizzate in diverse parti del nostro corpo e che secernono un odoro impercettibile al nostro olfatto, ma chiarissimo al nostro cervello, il quale scatena l'attrazione e l'eccitazione. Se quest'odore non è gradito, ci allontaneremo dalla persona in questione, altrimenti qualcosa ci dirà che abbiamo ancora voglia di trascorrere del tempo con chi può potenzialmente essere un nostro partner.

Un'altra sostanza che influenza particolarmente il nostro comportamento in fatto d'amore è la feniletilamina, un ormone che sviluppa in noi sensazioni simili a quelli di una droga: ipersensibilità e iperattività, grande senso di felicità, mancanza di appetito. Inoltre, secondo gli studiosi, se entrambi i partner sono innamorati i livelli di feniletilamina sembrano essere identici.

E l'attrazione più strettamente fisica a cosa è dovuta? Sembra che, al di là dei nostri gusti personali, in questo caso intervenga la dopamina, un neurotrasmettitore che influenza il nostro comportamento sessuale e il livello di ricezione del piacere e della soddisfazione, poiché direttamente correlato alla sfera emotiva del nostro cervello.

Feniletilamina
La feniletilamina, o feniletilammina, è un alcaloide e un neurotrasmettitore monoamminico biosintetizzato tramite decarbossilazione enzimatica dell'amminoacido fenilalanina.
La dopamina (o dopammina) è un neurotrasmettitore endogeno della famiglia delle catecolamine. All'interno del cervello questa feniletilamina funziona da neurotrasmettitore, tramite l'attivazione dei recettori dopaminici specifici e subrecettori.
La dopamina è prodotta in diverse aree del cervello, tra cui la substantia nigra e la zona ventrale tegmentale (VTA). Grandi quantità si trovano nei gangli della base, soprattutto nel telencefalo, nell'accumbens, nel tubercolo olfattorio, nel nucleo centrale dell'amigdala, nell'eminenza mediana e in alcune zone della corteccia frontale. Nessun altro sistema neuronale ha ricevuto tanta attenzione negli ultimi 20 anni quanto quello dopaminergico. La dopamina è anche un neuro ormone rilasciato dall'ipotalamo. La sua principale funzione come ormone è quella di inibire il rilascio di prolattina da parte del lobo anteriore dell'ipofisi. La dopamina può essere fornita come un farmaco che agisce sul sistema nervoso simpatico, producendo effetti come aumento della frequenza cardiaca e pressione sanguigna.


Sono Web Designer, Web Master e Blogger, creo siti internet , blog personalizzati.
Studio e realizzo i vostri banner pubblicitari con foto e clip animate. 
Creo loghi per negozi , aziende, studi professionali,
 campagne di marketing e vendite promozionali.
MIO SITO  :  http://www.cipiri.com/


 FAI VOLARE LA TUA 
FANTASIA
MUNDIMAGO


martedì 8 gennaio 2013

il cancro della tiroide

 
COPIATO E INCOLLATO......Ho da poco ricevuto una mail da un’amica che mi racconta di aver recentemente assistito ad una trasmissione televisiva, il dr. Oz show, nella quale quest’ultimo , parlando di un tipo di cancro che si sta diffondendo molto rapidamente tra le donne, il cancro della tiroide, ha affermato che questa crescita così rapida potrebbe essere dovuta alle radiografie dentali e alle mammografie. Ha dimostrato che il grembiule utilizzato nello studio del dentista per le radiografie è munito di un colletto che può essere alzato e posto intorno al collo. La maggior parte dei dentisti non si preoccupa di farlo, io non l’ho nemmeno mai visto. Esiste ugualmente una protezione per la tiroide che può essere utilizzata durante le mammografie. Casualmente la mia amica doveva fare la sua mammografia annuale alcuni giorni dopo. Mi racconta che, pur sentendosi un po’ ridicola, ha ugualmente domandato quanto ci fosse di vero in quello che aveva ascoltato alla televisione e il tecnico che le stava facendo la mammografia, ha estratto una protezione da un cassetto. Ad una sua domanda sul motivo per cui questa protezione non fosse usata d’ufficio, le è stato risposto che è prevista la richiesta da parte del paziente. Ma come si può richiedere una cosa di cui non si è al corrente? Se la mia amica non avesse assistito a quella trasmissione, non l’avrebbe mai saputo. E nemmeno io, e probabilmente nemmeno voi. Bisogna far circolare questa informazione tra le nostre figlie, nipoti, madri e amiche. Io lo sto facendo, se credete, fatelo anche voi...



-
- beruby.com - Risparmia acquistando online
-
.
 .
 .

-
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Elenco blog Amici

E-BOOK

Sosteniamo Mundimago

Poni una Domanda e Clicca il bottone Bianco


CLICCA QUI SOTTO
.



Google+ Followers

Visualizzazioni totali